Valle dei Templi – Agrigento

Valle dei Templi – Agrigento

La Valle dei Templi, uno dei siti archeologici più rappresentativi della civiltà greca classica, inserito nel 1998 dall’UNESCO nell’elenco del Patrimonio Mondiale.

Il Tempio della Concordia

Lungo la via Sacra, si erge il tempio della Concordia, il cui nome è un richiamo ad una iscrizione latina che faceva riferimento alla “Concordia degli Agrigentini”. Eretto nel V secolo a.C., nel VI secolo d.C. venne trasformato in chiesa cristiana dedicata ai santi Pietro e Paolo. Le sue colonne sono alte 6 metri e 72 centimetri.

Il Tempio di Giunone

Posto nella parte più alta dell’antica città greca, il tempio venne costruito, intorno alla metà del V secolo a.C. Esso è dedicato alla dea Era Lacinia (Giunone) moglie di Zeus. Il tempio è esastilo (sei colonne in larghezza) e periptero (tredici in lunghezza).

Il Tempio di Ercole

Il più antico tra i templi di Agrigento è il Tempio di Ercole.
Risalente presumibilmente al VI secolo a. C. Il tempio venne distrutto, come molti altri, a causa di un terremoto e solo intorno al 1920 si è provveduto ad innalzare le otto colonne che oggi si possono ammirare.

Il Tempio dei Dioscuri

Esso risale al IV secolo a.c. Il tempio dei Dioscuri è divenuto il simbolo turistico di Agrigento. Sebbene si tratti di un piccolo tempio, è uno dei più immortalati da parte dei turisti.

Il Tempio di Zeus (Giove)

La sua costruzione, secondo Diodoro Siculo, fu iniziata dopo la battaglia di Imera, intorno al 480 a.C. ma non fu mai portata a termine. Esso sarebbe stato il tempio più grande mai costruito dai greci. Il suo basamento misura 112 x 56 metri. Le colonne erano alte circa 18 metri.

Statua di un telamone nel Tempio di Zeus

I Telamoni sono le maestose statue alte 7,7 metri circa che sostenevano il grande Tempio di Giove Olimpico, essa stessa una delle costruzioni più imponenti antichità, ospitata nella Valle dei Templi di Agrigento. Il colossale Telamone originale ricomposto nel 1825 si trova nel museo archeologico di Agrigento, addossato alla parete di fondo della sala “Cavallari”, conservato insieme a 3 teste di altri Telamoni. La statua è alta 7,65 metri ed è la più grande dell’antichità in Sicilia e tra le più grandi dell’intera arte greca.
Una riproduzione del suddetto Telamone è adagiato per terra tra le rovine del tempio di Zeus.

La Tomba di Terone

In prossimità della Porta Aurea, si erge una costruzione che oggi viene indicata come la Tomba di Terone, il tiranno che governò Akragas dal 488 a.C. al 472 a.C.

Da visitare anche:

Il Museo Archeologico Regionale “Pietro Griffo” di Agrigento
Fu inaugurato nel giugno del 1967 ed è oggi uno dei siti più visitati dai turisti che invadono la Valle dei Templi in tutti i mesi dell’anno. Esso conserva quasi interamente reperti frutto di scavi eseguiti dalla Soprintendenza dei beni culturali dal dopoguerra ad oggi.

Articoli Correlati